Se parliamo di leggende del cinema italiano, il suo nome è uno di quelli che proprio non può mancare. Le sue interpretazioni cinematografiche, oltre ad averle fatto guadagnare vari premi e riconoscimenti, hanno reso il suo nome indissolubilmente legato a quello di mostri sacri del cinema come Vittorio De Sica, Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman, Federico Fellini. Sophia Loren è una vera star che però da qualche tempo non si vede più in giro, né sul grande né sul piccolo schermo né tantomeno agli eventi mondani. La sua scomparsa dalle scene ha destato non poche preoccupazioni tra i suoi fan. Che fine ha fatto? E qual è il suo vero stato di salute?

Sophia Loren e la sosia di Greta Garbo

Sophia Loren, pseudonimo di Sofia Costanza Brigida Villani Scicolone, è nata a Roma il 20 settembre del 1934. Figlia di Romilda Villani, un’insegnante di pianoforte, e di Riccardo Mario Claudio Scicolone che viveva di compravendite immobiliari. La bellezza, Sophia Loren l’ha eredita da sua madre che, nel 1932, vinse addirittura un concorso come sosia e controfigura di Greta Garbo a Hollywood, lavoro che però non poté accettare a causa della forte opposizione dei suoi genitori. 

Le ristrettezze della sua infanzia 

Il padre Riccardo era figlio di un marchese siciliano, il marchese Scicolone Murillo. Riconobbe la paternità della bambina avuta da Romilda, ma non acconsentì mai a sposare la madre di sua figlia. Per le ristrettezze economiche dovute al mancato matrimonio, Romilda e sua figlia furono costrette a lasciare Roma per trasferirsi a Pozzuoli, dove viveva la sua famiglia d’origine, e qui Sofia trascorse la sua infanzia e i primi anni dell’adolescenza, in tempo di guerra, in condizioni economiche a dir poco precarie. 

I primissimi passi 

Sophia Loren vinse il suo primo concorso di bellezza a soli 15 anni e con il premio in denaro lei e sua madre tornarono di nuovo a Roma, in cerca di successo, che trovò. Nonostante l’ostacolo del padre che, non volendo per la figlia una carriera nel mondo dello spettacolo, arrivò persino a denunciarla per prostituzione, partecipò a Miss Italia nel 1950 e qui vinse il titolo di Miss Eleganza. Iniziò a lavorare nel cinema come comparsa o con ruoli minori – anche quindici scritturazioni in un anno – e il suo volto e il suo nome si fecero spazio nell’ambiente. 

Da Sofia Lazzaro a Sophia Loren

La svolta alla sua carriera arrivò l’anno dopo Miss Italia, nel 1951, quando incontrò il produttore Carlo Ponti a un concorso di bellezza. Il giorno dopo, colpito dalle sue potenzialità, le offrì un contratto di lavoro di ben sette anni. Da quel momento Sofia Costanza Brigida Villani Scicolone cambiò il suo nome prima in Sofia Lazzaro e poi in Sophia Loren, un nome dal sapore più internazionale, come le aveva suggerito il produttore Goffredo Lombardo ispirandosi al nome dell’allora famosa attrice svedese Märta Torén.

La carriera

Negli anni Cinquanta inizia la consacrazione di Sophia al cinema. Lavora con Alberto Sordi, Dino Risi, Totò. E inizia la sua collaborazione sempre più frequente con attori come Vittorio De Sica e Marcello Mastroianni. Negli anni Sessanta il suo nome diventa internazionale e la Loren si divide tra l’Italia e Hollywood. Viene diretta dai più grandi registi del panorama internazionale: Mario Monicelli, Ettore Scola, Dino Risi, Mario Camerini, Charlie Chaplin, Michael Curtiz, André Cayatte. È in questo decennio che prende vita La ciociara, il film che la consacrerà per sempre al successo.  

La Ciociara

All’epoca Sophia aveva solo 25 anni e inizialmente avrebbe dovuto interpretare il ruolo della figlia Rosetta. Poi De Sica le propose quello della madre Cesira, inizialmente offerto alla Magnani. Per questa sola interpretazione vinse il Premio Oscar, il BAFTA, la Palma d’oro a Cannes, il David di Donatello e il Nastro d’argento. 

La vita con Carlo Ponti 

Quando Sophia incontrò il produttore cinematografico Carlo Ponti aveva solo sedici anni. Lui ne aveva trentotto ed era sposato con Giuliana Fiastri dal 1946 e dalla quale avrebbe avuto due figli, Guendalina nel 1951 e Alexandre nel 1953. Tre anni dopo la nascita di quest’ultimo, Ponti ottenne il divorzio in Messico e sposò la Loren per procura. Nel 1965 ottenne il divorzio dalla Fiastri anche in Francia e l’anno successivo sposò la Loren a Sèvres. Dal loro matrimonio sono nati due figli: Carlo Jr., nato a Ginevra nel 1968 e cresciuto negli Stati Uniti, che oggi è un affermato direttore d’orchestra; ed Edoardo, nato anche lui a Ginevra, nel 1973. Oggi è un regista, uno sceneggiatore e un produttore cinematografico, che talvolta lavora anche con la madre. Ponti e la Loren sono rimasti sposati fino alla morte di lui, il 9 gennaio 2007.

La vita di Sophia Loren oggi 

Non sappiamo molto della vita della Loren oggi. Dopo il suo ultimo film La vita davanti a sé (2020) diretto da suo figlio Edoardo, non abbiamo avuto più avuto grosse notizie di lei, se non qualche intervista. Sappiamo che vive a Ginevra con la sua famiglia e che spesso ama tornare in Italia, soprattutto a Roma. Ma i suoi fan sono preoccupati per la sua salute, precaria soprattutto per l’età – lo scorso settembre ha spento ben 88 candeline. Ci auguriamo davvero che goda di buona salute e di rivederla presto sul set, per godere ancora una molte volte del suo strepitoso talento e della sua immensa bellezza. 

Di news