Diversamente da quanto siamo portati a credere, i tradizionali abiti afghani non hanno niente a che vedere con i burqa neri e i chador blu che vediamo in tv. Sono solo una imposizione della dittatura talebana nel Paese. I veri abiti afghani  hanno una tradizione molto più antica e sono fatti di tessuti colorati, luminosi e straordinariamente decorati.

#DoNotTouchMyClothes

Le donne afghane, e non solo, si sono unite in una campagna social sotto gli hashtag #DoNotTouchMyClothes e #afghanianculture per mostrare al resto del mondo un Afghanistan ricco di colori e di millenarie tradizioni, molto diverso da quello che i talebani hanno fatto vedere. Il nuovo regime ha già imposto alle donne di coprirsi dalla testa ai piedi, ma  la vera cultura afghana è molto diversa da quanto vogliono far credere gli estremisti islamici, non è un caso se è proprio a partire dagli abiti che i talebani cercano di distruggerla.

Niente burqa e chador

Nella tradizione afghana non c’è traccia di burqa, hijab e chador neri e azzurri. Gli abiti tradizionali di questa terra sono ben altri, fatti di tessuti colorati, intrecciati a mano, decorati con mille ricami, specchio di persone luminose, con culture e tradizioni ricche e diverse. 

Di news